Wednesday, July 20, 2011

Linguine con le uova di minnula

È un piatto molto prelibato tipico del trapanese. Ne ho già vagamente accennato nella ricetta dei cavatelli con le uova di pesce. La pasta che suggerisco sono “le linguine”, ma vanno benissimo i rustichelli (lo spaghetto rustico), poi se riuscite a trovare gli spaghetti alla chitarra o, meglio ancora, i tonnarelli otterrete il massimo risultato. La pasta più facile da reperire è “le linguine” che saranno, dunque, la nostra pasta di oggi. Quando la preparo il mio pensiero va a Monica Trame e a Tiziana Mosca e ai loro sorrisi di compiacimento e approvazione che manifestavano subito dopo avere assaggiato il piatto.
La minnula inoltre è un pesce stagionale tipico del mediterraneo che si pesca nei mesi di giugno e luglio. È molto apprezzato soprattutto per le uova e di solito è più uova che pesce. E’ un pesce azzurro (con tutto quello che questo significa) e le sue quotazioni al mercato del pesce sono abbastanza elevate.
  
Ingredienti per 4 persone

- 1 kg di minnule
- 400 gr. di linguine
- 10 pomodorini di pachino maturi
- 3 spicchi di aglio
- un bel ciuffo di prezzemolo
- sale, olio, extravergine di oliva e peperoncino q.b.
Piatto molto semplice da preparare come si evince dagli stessi ingredienti.

Procedimento:
1)      Togliere le uova al pesce senza romperle (qui è d’obbligo un sorriso). E' un'operazione semplice anche perché le uova sono conservate dentro una sacca delicatissima trasparente. Il pesce che rimane potete poi friggerlo e servirlo caldo in tavola.
2)      In una padella capiente (anche perché poi dovete saltare le linguine) mettete olio di oliva i tre spicchi di aglio sminuzzati e il peperoncino.
3)      Non appena l’aglio sarà imbiondito aggiungetevi i pomodorini che, nel frattempo avrete tagliato in due o quattro parti a seconda della dimensioni e portate a cottura;
4)      Subito dopo spegnete il fuoco e buttatevi le uova di minnula e mescolate con una paletta di legno per qualche istante fino ad ottenere una crema.
5)      Scolate le linguine, che nel frattempo avrete cotto, rigorosamente al dente e saltatele con la crema che avrete ottenuto con l’aggiunta del prezzemolo tritato.   

Consiglio:
Il pesce che rimane privo delle uova non buttatelo. Va infarinato, salato e lasciato riposare con la farina per mezz’ora e poi fritto in abbondante olio d'oliva e servito caldo a tavola.


Minnule fritte

1 comment:

  1. Stavo guardando alcune ricette del blog "melazenzero" quando gli occhi "mi sono caduti" su una scritta: "cucina trapanese.com".
    Cavolo!!Mi sono detta,devo assolutamente vedere di che si tratta.
    Complimenti per le belle ricette e per le fotografie.
    Sono trapanese ed anch'io ho pubblicato un post in cui parlo di!"minnule e pasta ca sarsa di pumaroru friscu ".
    E' grave,lo so,non ho mai fatto la pasta con le uova di minnule.
    Grazie per la ricetta.

    ReplyDelete